Archive for ottobre 2017

Santiago

Santiago

 

Per mesi abbiamo chiesto: Dov’è Santiago Maldonado?
Quel ragazzo scomparso una notte, dopo un blitz della gendarmeria argentina in un accampamento Mapuche.
Abbiamo raccontato al mondo, in tutte le lingue, che quel popolo originario, insieme a tanti altri con migliaia di anni di storia, era stato cacciato dalle proprie terre da un imprenditore italiano, la famiglia Benetton, proprietaria di un milione di ettari, comperati a prezzi di favore.
E abbiamo chiesto ai Benetton di unirsi a noi in quella domanda.
Non ci fu nessuna risposta.
Non c’è nemmeno ora, che il corpo martoriato di Santiago Maldonado pare sia stato trovato in un fiume.

Questa non è soltanto la sua storia.
E’ la storia di tutti noi. Quella cambiata per sempre dalle parole di una della fondatrici di Madres de Plaza de Mayo, Azucena Villaflor, il giorno in cui proclamò che in quella piazza lei ci sarebbe andata anche se suo figlio non fosse stato tra i desaparecidos.
“Ogni figlio desaparecido, di ogni singola donna in questo mondo, è mio figlio”, proclamò.

Questa piccola donna, dal nome di un fiore, inghiottita anche lei dalla macchina della morte, stava socializzando il dolore, dando un senso alla compassione.
Faremmo bene a non dimenticarlo.
Io da quel giorno non sono mai riuscito a farlo.
Per questo continuerò a domandare: Che cosa è successo a Santiago Maldonado?

Annunci