Tetada

tetas

Costanza Santos è una giovane mamma argentina.Giorni fa, a San Isidro, un quartiere elegante della gran Buenos Aires, dovendo sbrigare delle faccende, si trovò in mezzo a una strada al momento di allattare il suo bimbo.
Così, attraversò quella strada, cercò una piazza e si sedette su una panca, disposta a compiere il gesto più antico, più naturale e profondo, tra i mammiferi, da quando il mondo è mondo.
Qualche minuto più tardi, due poliziotti la intimavano a sloggiare, appellandosi a non si sa quale codice o ordinamento o oscurantismo atavico. Semplicemente perché il suo costituiva un gesto osceno in luogo pubblico.
Costanza si indignò, cercò di denunciare il fatto al commissariato di zona, ma non vollero nemmeno raccogliere la sua denuncia.

Qualche giorno dopo, a San Isidro ebbe luogo qualcosa che venne chiamato Tetada Colectiva, una manifestazione della dignità e della solidarietà umana, nella quale centinaia di donne allattavano i loro bambini, in pubblico, davanti a tutti.
Un gesto che sta diventando virale in tutta latinoamerica e che, spero, stia ponendo delle domande a quel maschilismo imperante che si vergogna del proprio corpo, e vede come un pericolo quello altrui.

Le donne, quando ci si mettono, cambiano il mondo.
Così, con i gesti più quotidiani della creazione, quelli che non verranno ricordati nei libri di testo, che non diventeranno (forse) storia.
Quelli che alcuni uomini – che si sentono offesi dal seno di una donna, non arrivano a capire. E che guardano quelle scene da dietro le tendine di una finestra dalla quale vedono trascorrere, impotenti, la loro infinita insignificanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: