Líber Falco – a Delmira Agustini

Sotto sta la terra e geme;

tremano i minerali e si ricercano.

Si cingono le coppie, s’avvicinano,

canta la vita, canta

e Delmira canta del mondo il suo destino

Superba, inquieta, percossa in pieno fianco,

assorta dagli abissi ove la morte attende

-dove una lenta lava nera attende-

s’avvia Delmira verso la sua luce persa.

O visionaria! Come un’ombra

scivola tra le ombre

e tra le ombre cresce.

La più alta, la più afflitta,

la più profondamente marchiata dalla vita!

Donna morsa

da un aspide rovente che dà vita

-e avvicina alla morte-

s’avvia Delmira verso la sua luce persa.

Ma, quanto è fondo l’abisso!

Quanto oscura è la morte!

Guarda Delmira e canta.

Sul vortice, canta Delmira

la vertigine incerta della vita!

Lìber Falco – Montevideo, Uruguay . 1906-1955

Trad. di M.F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: