Mariscala

Febbraio si dissangua sul fiume sbalordito

sui sentieri d’argilla tratteggiati dal tempo
si riversa un brandello con presagi di piena
la notte si consegna al richiamo errabondo
che arraffa alla fortuna una promessa ingenua

Mariscala non dorme

il tam-tam dei lubolos
caracolla svogliato
sul ventre arroventato
di una sera a ponente

Re Momo si ridesta
dal letargo impudente
e in un soffio scialacqua
la sua urgenza di vita

la terra s’arroventa in frenesia inaudita

una luna inesperta
tende un velo di glassa
sulla sierra imbandita

il groviglio di corpi
ruba il mestiere a Dio
e bandisce la pena al confine del giorno

si cimentano i fianchi
a strapparsi un sospiro

febbraio si dissolve sull’ardesia bollente

al rintocco dell’alba
un fischio sonnacchioso
dal casotto di guardia
porrà fine alla storia

ma intanto che perdura
Mariscala non dorme

Salen camiones, Milton Fernàndez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: