Eros – Delmira Agustini


Eros, io voglio guidarti, Padre cieco
imploro alle tue mani onnipotenti
quel corpo eccelso disgregato in fuoco
sopra il mio corpo ricomposto  in rose!

L’elettrica corolla che oggi spiego
porge l’ambrosia di un giardino in nozze;
agli avvoltoi della mia carne stendo
l’intero sciame di colombe rosse.

Ai crudeli serpenti del suo abbraccio, dono
il mio febbrile, smisurato taglio
irrorami l’assenzio di tutte le sue vene,
nella mia bocca versa a poco a poco il miele…

Così distesa, sono un solco ardente
dove arriva a nutrirsi la semente
di un’altra stirpe tanto sublime e folle!

Delmira Agustini – Montevideo- Uruguay- (1886-1914)
Trad. di M.F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: