Signor Ministro (Serè curioso) Mario Benedetti

In un nitida fotografia
sul giornale
Signor Ministro
dell’Impossibile

Appare il vostro viso
euforico
ridente
il vostro viso semplice

Sarò curioso
Signor Ministro
che c’è da ridere?
che c’è da ridere?

Sarà forse quella finestra
dalla quale s’intravede il mare
dalla quale ignorate
spensieratamente i proletari

accadono cose
qui sulla strada
che a malapena
riescono a dirsi

Quindi ripeto
Signor Ministro
che c’è da ridere?
che c’è da ridere?

Voi sempre duri
con la nostra gente
voi con i forti
così servili

Qui sulla strada
le guardie uccidono
è carne nostra
quella a morire

Quelli rimasti
piangiamo rabbia
sogniamo il giorno
della riscossa

In quelle celle
i vostri imparano
a fare i boia
e non è sano

Dopotutto Signor Ministro
voi cosa siete?
Lo scafo vuoto di un bastimento
che cola a picco.

Per questo dico
Signor Ministro
che c’è da ridere?
Che c’è da ridere?

Mario Benedetti – Uruguay (1920- 2009)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: